Quale cosa migliore di un pallone non tondo.

Ogni giro per terra è un momento di crisi,
perché mai puoi sapere,
se il suo nuovo percorso,
è diritto o traverso sulla destra o un pò a manca.

E’ un po’ come la vita, che scorrendo nel tempo,
con pur senza imprevisti e al di par di un pallone,volteggia correndo,
incurante e sprezzante del sentiero intrapreso.

E’ uno sport che ti aiuta,
che ti porta lontano,
che ti porta per mano nel confronto sincero,
che ti porta vicino a condividere gli altri,
a sfidare i compagni e ad accettare la sfida,
a metterti in gioco per dar poi l’evidenza,
al tuo impegno solenne a raggiungere il fine,
l’obiettivo prefisso : quell’amata vittoria.

E’ lo sport per la vita, che t’insegna nell’intimo il bel viver comune,
che sebben sacrificio rende fiero all’aiuto,
quell’aiuto essenziale a compagno vicino, al compagno di gioco, al compagno a te caro.

Che ti abitua all’impegno ed all’impegno per gli altri ,
perché poi la vittoria rappresenti alla fine, una sorta di sintesi del vivere insieme.

Nel rispetto reciproco di chi ha vinto la gara, di chi ha perso la gara,
perché tutto alla fine possa dirsi raggiunto,
in quel grande obiettivo ad incontro finito,
e si possa così, trasformare nel tempo,
tutto quanto e per dire, questo sport rappresenta , una vera e sincera lezione di vita.

Pasquale Capozzoli

Fonte: Gruppo Facebook  Old Rugby Club :  https://www.facebook.com/groups/34080557730/