Eccoci, eccoci, eccoci…
bene oggi siamo molto contenti, primo perché la nostra “olandesina volante” Elisa ha segnato la sua prima meta in una partita ufficiale e secondo perché la nostra prima squadra ha vinto in casa contro il Mantova.

Oggi anche i nostri piccoli campioni hanno disputato un bellissimo concentramento a Camposampiero, andando a vincere contro il Checco l’Ovetto e contro il Rovigo B, perdendo solo con il Rovigo A ma dopo aver lottato sino all’ultimo pallone.

Fin qui tutto bene ma ora arrivano le cose che proprio non mi vanno giù.

Infatti, come capita in tutti i concentramenti, oggi è toccato anche a me arbitrare una partita.

Arbitrare le partite è un momento bellissimo: ti senti parte del gioco che stanno disputando i bimbi e ti senti in dovere di far rispettare il più possibile quelle poche regole che lo rendono così speciale.
Ricordiamoci che siamo in mezzo a bimbi che hanno 6 – 7 anni, che stanno disputando una partita di rugby con tutta la foga e tutta la voglia di divertirsi tipica dei bimbi di questa età ma vorrei che ci ponessimo una domanda: è davvero importante vincere?

Certo che è importante, soprattutto per il morale dei nostri bimbi (e molto spesso per il morale di noi genitori) ma molto più importante e insegnare ai nostri bimbi il rispetto!

CONTINUA A LEGGERE SU :http://www.rugbymirano.it