Un Mondiale straordinario, con il suo Galles “eletto” a vincitore morale, comunque a squadra più bella e divertente. E poi? Poi il quasi addio, la decisione di lasciare l’Europa per tornare a casa, in Nuova Zelanda. Decisone maturata e poi … Leggi l’articolo completo