Primavera Rugby Day

Primavera Rugby Day

A partire da ottobre un gruppo di ragazzi autistici verrà allenato all’interno di una squadra di ragazzi normodotati del centro ‘Us Primavera Rugby Roma’. Sabato il via a progetto e stagione sportiva col Primavevera Rugby Day

Roma si riconferma capitale del rugby etico-sociale. Dopo i progetti per bambini e ragazzi in situazioni di disagio sociale e quelli per introdurre ragazzi con sindrome di down in squadre di coetanei normodotati, nasce ancora a Roma un progetto dedicato ai bambini e ragazzi autistici. Sabato, presso il centro Coni ‘Giulio Onesti’ il centro “Us Primavera Rugby Roma” aprirà ufficialmente la stagione sportiva 2012-2013 con il tradizionale “Primavera Rugby Day”, durante il quale verrà presentato anche il progetto che, a partire da ottobre, porterà un gruppo di ragazzi autistici tra i 5 e i 17 anni di ambo i sessi, ad allenarsi all’interno di una squadra di ragazzi normodotati nella categoria under 12.

SPORT E TERAPIA INSIEME. “Il rugby è un’ottima attività da associare a una terapia dell’autismo perché deve seguire regole di vita prima ancora che di gioco che sono fondamentali per la crescita dei ragazzi che ne soffrono“, spiega Gianpiero Sbaraglia, promotore del progetto e giocatore ‘old’. “In questo sport, infatti, tutti devono camminare alla pari per conquistare un metro di terreno e tutti devono portare la palla insieme.

CONTINUA A LEGGERE SU: http://arteesalute.blogosfere.it/2012/09/primavera-rugby-day-bambini-autistici-e-normodotati-giocheranno-insieme-via-al-nuovo-progetto.html