TORNEO UROGALLI UDINE 2012

TORNEO UROGALLI UDINE 2012

Old Ruggers in terra furlana per la seconda partecipazione d un torneo degli amici Urogalli di “Udin”….. e secondo atteso appuntamento dell’anno per il nostro super gruppo di atletici eroi ;-) .

Quest’anno la manifestazione  vede 3 compagini a confronto, orfani della squadra aquilana che non ha purtroppo potuto presenziare all’evento. Nell’ordine: i padroni di casa gli Urogalli Udine, dall’Inghilterra gli Sheffield Tigers RUFC,  e da terra veneta noi Old Ruggers.

E per la prima volta ci confrontiamo con una compagine del Regno Unito, un banco di prova importantissimo per capire se il nostro coach Gas ci ha preparati in maniera adeguata ad affrontare ex professionisti del rugby d’”epoca”.

TORNEO UROGALLI UDINE 2012

TORNEO UROGALLI UDINE 2012

Apriamo quindi le “danze” proprio con la squadra inglese…. l’aspetto dei giocatori un po’ ci intimorisce, son tutti belli grossi, han l’aria di quelli che la san lunga in materia, sembrano più attempati di noi però, chissà se con la nostra rapida linea arretrata riusciamo a metterli in difficoltà…. i primi impatti ci fan subito capire che il loro è un rugby diverso da quello nostrano, entran duri come mai, sporcano le palle con maestria, in mischia no contest provocano la nostra prima linea sfidandola in engage decisi ed in spinte intermittenti… e noi accettiamo la sfida ma facciamo anche il nostro gioco. Subito capiamo che non sono effettivamente veloci, ma che se quando entrano non li buttiamo a terra immediatamente creano la linea del vantaggio metro dopo metro, e quindi ci tornan in mente gli esercizi del Gas e placchiamo come mai abbiamo fatto, trasformandoci in 15 Mario Rocca. Gli inglesi provano anche a non rispettare  le regole Old, ma l’arbitro li riporta nei binari. Riusciamo a creare l’uomo in più nella linea arretrata e varchiamo la linea di meta per ben due volte… ma alla fine gli animi si scaldan troppo e l’arbitro decide di terminare anticipatamente il secondo tempo, confermando il punteggio del 2 a 0 per noi.

CONTINUA A LEGGEREhttp://www.oldruggers.it/?p=591