Sabato 2 marzo si è svolta a Civita Castellana presso il campo “Carlo Angeletti” la partita di rugby tra la squadra degli old amatori rugby Civita Castellana e il team degli old rugby Viterbo.

I rugbisti civitonici, anche nella classica partita di campanile contro la squadra del capoluogo viterbese, non hanno disatteso le attese dei suoi tifosi abituati ormai da più di due anni all’imbattibilità sul prato civitonico.
La partita, bene arbitrata da Marco Amicucci, è stata tosta ma piacevole e non priva di qualche scaramuccia tra le maestranze in campo, subito rientrata grazie al classico fair play che solo il rugby sa esprimere ed anche all’intervento della seconda linea civitonica Antonio Sini, un “omino” di quasi due metri e con un peso “specifico” non pervenuto, ma riconosciuto dagli avversari in campo che, a detta dei colleghi, ha scongiurato l’accostamento con un famoso personaggio dello spot di una nota marca di pneumatici grazie ad una ferrea dieta.


I padroni di casa, sotto l’occhio vigile del coach Angelo Proietti, dopo appena cinque minuti con la meta di Claudio Durastanti mettono subito in chiaro che la partita non sarà una passeggiata per i rugbisti viterbesi in terra falisca; il match si inizia a scaldare e i civitonici, non volendo correre rischi mettono al sicuro il risultato con la meta del sempre verde Angelo Caon, un atleta che nonostante la sua età biologica ha una forma fisica invidiata dai suoi coetanei che maliziosamente asseriscono di averlo visto girovagare a Cuba sulle orme di Juan Ponce de Léon alla ricerca della fonte misteriosa della giovinezza… che l’avesse trovata?
La terza meta nel finale la realizza il solito Federico De Lorenzi un giovanotto con il vizietto delle mete nelle fasi ultime dei match, quando la stanchezza nei più attempati si fa sentire.
Graditi i rientri in squadra di Giuseppe D’Antoni soprannominato “ginocchio di ferro” per aver una buona percentuale di titanio negli arti inferiori, resosi necessario avendo per molti anni giocato nel difficile ruolo di tallonatore di mischia, e di Marco Mancini, ritornato dopo un periodo di incomprensioni.
Grande terzo tempo organizzato nella club house della società amatori rugby dalle cuoche nostrane, Veronica Cristaldi, Roberta Montagna, Sandra e Anna Colamedici, con un menù delle grandi occasioni: rigatoni alla Mignolò, stinco di maiale alla nota birra artigianale ITINERIS, dolce e birra a volontá.
Infine le squadre si sono accordate per altri incontri ed iniziative future al fine di promuovere i valori del rugby nella provincia.
Gli atleti civitonici presenti: Giovanni Becchetti, Sergio Rughi, Alessandro Maccioni, Claudio Conti, Antonio Sini, Nicola Ulisse, Giuseppe D’Antoni, Pietro Serafini, Domenico Zonetti, Claudio Durastanti, Alessandro Capobianchi, Irmo Santori, Sandro Adamo, James Skeate, Angelo Urbano Caon, Franco Cristaldi, Federico De Lorenzi, Marco Mancini.
Antonio Angeletti, Daniele De Lorenzi, Giorgio Grimaldi e Giovanni Pellegrini fuori squadra per guai fisici.

Civita Castellana 05 marzo 2013

Il Responsabile della comunicazione Francesco Urbanetti