Spesso guardiamo con ammirazione le squadre vincenti o le aziende che hanno “successo”. A loro riesce tutto con facilità ed anche il fato si schiera dalla loro parte. Vincono, festeggiano e sorridono.
Superano ogni difficoltà con leggerezza e riescono in imprese impossibili. Tutti li ammirano, tutti li acclamano, tutti li studiano.
A volte anche loro perdono, ma poi resuscitano e ritornano più forti di prima.
 
Ma dove si nasconde il loro segreto, cosa li differenzia? 
 
Ho giocato e lavorato con squadre ed aziende vincenti e con altre destinate alle peggiori sconfitte. Ho festeggiato vittorie e ho passato momenti così fallimentari ed imbarazzanti che mi sono vergognato di me stesso e delle mie azioni. Ma ho avuto la fortuna di conoscere attimi di gloria e momenti di successo.
 
Ogni volta che ho partecipato in modo diretto ad una vittoria non ho sentito la fatica, non ho sofferto, non ho sentito nessun dolore, ma soprattutto non ho mai dovuto fare qualcosa di speciale.