image

“Ricevo e pubblico”:
Oltre 80 presenze giornaliere hanno caratterizzato il Minirugby Special Camp che si è svolto, per la prima volta, dal 9 all’11 settembre presso l’area impianti sportivi di Mirano.
Ideato per fornire ai ragazzini l’opportunità di trascorrere insieme gli ultimi tre giorni delle vacanze estive, tra giochi e sport all’aria aperta, il Camp si è rivelato, per le famiglie impegnate nella gestione di questi tre giorni in assenza dei consueti centri estivi, una valida alternativa: un ambiente sicuro, ricco di strutture e di educatori competenti, con il vantaggio della gratuità del servizio.
Un’iniziativa che ha messo in pratica lo spirito del Rugby Mirano: vivere all’interno della Comunità promuovendo uno sport sano, ricco di principi, e che faccia divertire.
Ma l’operazione low cost (a carico di ogni famiglia c’è stato soltanto il pranzo al sacco dei rispettivi figli) non è andata a scapito del servizio: le tante energie messe a disposizione dal Rugby Mirano provengono da volontari e genitori che operano tutto l’anno nella Società, e che conoscono molto bene le dinamiche e le esigenze delle famiglie con figli. Peraltro all’organizzazione hanno collaborato anche professionisti del settore di calibro internazionale, come Bertrand Fourcade, Guy Pardies e Francesco Pietrosanti.
Con il patrocinio del Comune di Mirano e grazie alla collaborazione dell’atletica Libertas Mirano che ha consentito l’accesso ai propri impianti, le attività proposte non sono state limitate al solo rugby, in un’offerta che ha visto i ragazzini trascorrere tre giorni tra sport e giochi.
Una festa che ha trasformato un’iniziativa promozionale in un vero servizio alla Comunità e che si è concluso con un rinfresco durante il quale ai partecipanti è stato consegnato un diploma di partecipazione.
Ulteriori informazioni si possono ottenere al seguente link:
Per l’Ufficio Stampa Rugby Mirano
Simone Borina